Cremolino

frittelle

Tra antichi sapori e originali tradizioni

Cremolino: è un centro di antica fondazione, ha fatto parte del marchesato del Monferrato fino al 1216 quando passo ai genovesi e nel 1240 iniziò la signoria dei Malaspina.

Cosa visitare:

Il Castello: appartenne alla potente famiglia dei marchesi Malaspina, signori della Lunigiana, il più alto dell’Alto Monferrato: da qui si vedono ben 14 castelli, dei 28 della zona, che è una delle aree con la più alta densità di Castelli in Europa.
Costruito nel ‘200, nel corso dei secoli è appartenuto a varie importanti famiglie e, anche grazie alla sua triplice cerchia di mura, non è mai stato espugnato. Ha mantenuto intatto il suo carattere di fortezza medievale, con il suo ponte levatoio, il trecentesco torrino ed il possente dongione quattrocentesco. Dai suoi spalti si gode di uno dei più bei panorami sul Monferrato e sulle Alpi.

– Il centro storico, il Santuario N.S. della Bruceta, la chiesetta di S. Agata…

– Gastronomia: la dominazione napoleonica e ligure hanno lasciato in questa terra tracce molto evidenti di dialetto, cultura, cucina e tradizione.
Tale zona è rinomata per il vino Dolcetto doc, per i tartufi,i funghi, la selvaggina, la bagna cauda, i dolci a base di nocciole, nonchè per il formaggio caprino Robiola di Roccaverano dop, il filetto baciato, la farinata…

Il periodo compreso tra maggio e settembre offre ai visitatori dell’Alto Monferrato numerosissime manifestazioni di interesse eno-gastronomico con feste e sagre locali, ove gustare i prodotti tipici locali.

La Pro Loco Cremolino si distingue per la sua famosissima Sagra delle Tagliatelle che si tiene il terzo finesettimana di luglio con le sue De.Co.: le tagliatelle alle erbe aromatiche e il coniglio alla cremolinese.
Per seguire gli appuntamenti potete contattare l’ufficio di promozione turistica locale: iatovada.

Monferrato Experience

Il Monferrato è stato nominato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per la ricchezza della sua Storia, i paesaggi e le tradizioni enogastronomiche